Post image for Qualità degli estratti di riso rosso fermentato presenti sul mercato italiano

Il riso rosso fermentato è ottenuto dalla fermentazione del comune riso da cucina (Oryza sativa), ad opera di un particolare lievito, chiamato Monascus purpureus o lievito rosso. Si tratta di un alimento ampiamente consumato in alcuni paesi asiatici, in particolare in Cina, Giappone e Corea, dove viene utilizzato da secoli. Esso ha recentemente attirato l’attenzione per il suo contenuto di un metabolita biologicamente attivo, denominato monacolina K, noto anche come lovastatina, in grado di ridurre i livelli plasmatici di colesterolo. Oltre alla monacolina K, durante la fermentazione  vengono  prodotte  altre [...]

Post image for Potenziale ruolo del complesso Curcumina-fosfatidilserina nella perdita di peso e nella riduzione dell’adipe omentale

La curcumina mostra, tra le principali proprietà farmacodinamiche, la capacità di down modulare con diversi meccanismi le dinamiche infiammatorie, tanto che alcuni autori tendono a definire il suo effetto  come “pleiotropico” nella gestione di tale bilancio. Questo, ovviamente, a patto che la biodisponibilità del prodotto utilizzato permetta di garantire un assorbimento e un’emivita sufficienti al raggiungimento di tale obiettivo. Le attività che razionalmente possono mostrare un ruolo di maggiore importanza nel favorire la perdita di peso sono da ricercarsi nella somma di una serie di effetti: Un recente studio “A. [...]

Lo Streptococcus salivarius K12 (Bactoblis®) riduce le infezioni faringo-tonsillari associate allo streptococco beta-emolitico di gruppo A

da Dott.ssa R.Prazzoli 29 gennaio 2016
Thumbnail image for Lo Streptococcus salivarius K12 (Bactoblis®) riduce le infezioni faringo-tonsillari associate allo streptococco beta-emolitico di gruppo A

Gli streptococchi beta-emolitici del gruppo A (GABHS) sono una causa frequente di infezioni faringo-tonsillari ricorrenti (RPTIs) nei bambini e sono spesso associate ad un uso importante di terapie antibiotiche. Ad oggi l’amoxicillina è il farmaco di prima scelta per il trattamento di singoli episodi acuti di faringo-tonsilliti legati ad infezioni da streptococco. Per quei pazienti che presentano infezioni ricorrenti, devono essere presi in considerazione cicli di terapia antibiotica e tonsillectomia. Il batterio Streptococcus salivarius K12 (SsK12), un normale “abitante” della cavità orale umana, ha dimostrato di essere in grado di [...]

Leggi tutto →

Efficacia di DDM Chinone nei pazienti affetti da fibromialgia

da Dott.ssa R.Prazzoli 15 gennaio 2016
Thumbnail image for Efficacia di DDM Chinone nei pazienti affetti da fibromialgia

La fibromialgia (FM) o sindrome fibromialgica, è una malattia reumatica caratterizzata da dolore muscolare cronico associato a rigidità e tensione muscolare. La tensione muscolare comporta numerosi disturbi in quanto i muscoli tesi  causano dolore localizzato o diffuso, provocano rigidità limitando i movimenti, si esauriscono con grande facilità (i pazienti affetti da FM sono sempre stanchi e si affaticano facilmente), non permettono di riposare in modo adeguato causando sonno molto leggero e stanchezza al risveglio. La tensione muscolare, inoltre, si riflette a livello dei tendini che diventano dolenti in particolare nei [...]

Leggi tutto →

Utilizzo della Boswellia fitosoma nei pazienti asmatici

da Dott.ssa R.Prazzoli 25 novembre 2015
Thumbnail image for Utilizzo della Boswellia fitosoma nei pazienti asmatici

L’asma è un disturbo infiammatorio cronico caratterizzato da ostruzione reversibile delle vie respiratorie e broncospasmo in cui i pazienti possono presentare un’ampia combinazione di sintomi di diversa severità come affanno, dispnea, tosse, iper-responsività bronchiale, ipersecrezione di muco. L’eziologia può sottintendere aspetti di tipo genetico e ambientale e l’infiammazione dei bronchi generalmente è innescata da comuni antigeni ambientali che generano una risposta immune inappropriata nei soggetti geneticamente predisposti. Per il trattamento dell’asma, le attuali linee guida raccomandano la combinazione di corticosteroidi inalatori (ICS) e farmaci beta-agonisti ad azione long-lasting (LABA) per [...]

Leggi tutto →

L’osteogenesi in vitro stimolata da FMS*Calcium fluoratum

da Dott.ssa A.Biondi 18 novembre 2015
Thumbnail image for L’osteogenesi in vitro stimolata da FMS*Calcium fluoratum

Per lo studio dell’osteogenesi sono stati sviluppati diversi modelli in vitro (1) e su tali modelli valutati gli effetti sul metabolismo osteoblastico, le conseguenze sull’osteogenesi e il target di azione specifico di molti farmaci (2). Nel laboratorio del Dipartimento di Oncologia, Biologia e Genetica, Istituto di Anatomia, dell’Università di Genova è stato allestito uno specifico modello in vitro per l’osteogenesi nei mammiferi, sul quale sono stati valutati gli effetti di FMS*Calcium fluoratum sulla vitalità cellulare, sull’espressione di markers osteogenici della Fosfatasi Alcalina (AP), come indicatori di maturazione osteoblastica, e l’incorporazione [...]

Leggi tutto →

Nuova strategia nutraceutica per ridurre le unità di insulina da impiegare nel paziente con DTM 1, mantenendo inalterato il controllo glicemico

da Dott.ssa C.Negroni 10 novembre 2015
Thumbnail image for Nuova strategia nutraceutica per ridurre le unità di insulina da impiegare nel paziente con DTM 1, mantenendo inalterato il controllo glicemico

I pazienti affetti da diabete di tipo 1 necessitano di insulina per sopravvivere; quest’ultima costituisce il trattamento più potente ed efficace per controllare l’iperglicemia. A fronte però dei suoi indispensabili benefici, non è purtroppo priva di effetti collaterali. Una dose elevata è assorbita più lentamente e può raggiungere il picco più tardi o durare più a lungo rispetto ad una dose inferiore. Inoltre, noti sono gli indesiderati effetti anabolizzanti dell’insulina: l’aumento di peso indotto dal trattamento insulinico è stato confermato da uno studio – United Kingdom Prospective Diabetes Study (UKPDS) [...]

Leggi tutto →

Efficacia dello Streptococcus salivarius M18: una nuova strategia per ridurre il rischio di carie nei ragazzi predisposti allo sviluppo

da Dott.ssa C.Negroni 20 ottobre 2015
Thumbnail image for Efficacia dello Streptococcus salivarius M18: una nuova strategia per ridurre il rischio di carie nei ragazzi predisposti allo sviluppo

La carie dentale è un problema dell’infanzia assai diffuso e in costante aumento in tutto il mondo. Si tratta di una patologia orale alla quale concorrono molti fattori: composizione della saliva, abitudini alimentari, esposizione al fluoro e squilibri del microbiota orale. Un ruolo importante è giocato dagli streptococchi mutans, in particolare Streptococcus mutans e Streptococcus sobrinus. L’assunzione di probiotici orali per aiutare a riequilibrare il microbiota orale e, di conseguenza, migliorare la salute del cavo orale, è un concetto abbastanza nuovo; alcuni probiotici hanno effettivamente riportato una riduzione dei livelli [...]

Leggi tutto →

Risultati preliminari di uno studio pilota sull’efficacia dello Streptococcus salivarius K12 nell’otite media secretiva

da Dott.ssa C.Negroni 1 ottobre 2015
Thumbnail image for Risultati preliminari di uno studio pilota sull’efficacia dello Streptococcus salivarius K12 nell’otite media secretiva

L’otite media acuta (OMA) è un problema ben noto ai pediatri data la sua elevata diffusione: colpisce circa l’80% dei bambini (con almeno un episodio) mentre l’80-90% di quelli in età prescolare riporta almeno un episodio di otite media secretiva (OMS). Nell’otite media acuta i batteri patogeni (come Streptococcus pneumoniae, Haemophilus influenzae, Moraxella catarrhalis e Streptococcus pyogenes) salgono attraverso le tube di Eustachio dal rinofaringe all’orecchio medio, causando una risposta infiammatoria: l’otite media secretiva, caratterizzata da persistenza asintomatica di versamento nella cavità dell’orecchio medio, è una possibile conseguenza dell’otite media [...]

Leggi tutto →

Nutricinetica dei substrati energetici: modulazione della risposta ormonale correlata all’alimentazione

da Dott. A.Bertuccioli 6 agosto 2015
Thumbnail image for Nutricinetica dei substrati energetici: modulazione della risposta ormonale correlata all’alimentazione

La nutricinetica, branca della biochimica che insieme alla fisiologia si occupa dello studio dei processi che governano l’assorbimento e la distribuzione dei nutrienti e la nutridinamica, la controparte che ne studia gli effetti fisiologici, ricoprono un ruolo di primaria importanza per comprendere il complesso sistema biochimico che caratterizza l’organismo umano. Tutto quello che viene ingerito, quindi immesso nel “sistema” e tutto ciò che ne fuoriesce, causerà inevitabilmente delle variazioni che dovranno essere opportunamente compensate per garantire l’equilibrio proprio dei processi omeostatici, permettendo il funzionamento coordinato dell’intero sistema. Valutando l’effetto correlato [...]

Leggi tutto →